Archivi del mese: Febbraio 2016

E’ Daniele Galizio il candidato sindaco delle liste civiche

Un’altra Latisana, Latisana 2016 e Centro Sinistra per Latisana puntano unanimi sull’imprenditore di Latisana per il rinnovamento politico e la discontinuità amministrativa.

FotoDanieleGalizio

È stata una decisione unanime quella che ha portato i movimenti politici Un’altra Latisana, Latisana 2016 e Centro Sinistra per Latisana a scegliere come proprio candidato sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative Daniele Galizio, imprenditore e dirigente, classe 1974, mai stato iscritto ad alcun partito. Le tre liste civiche, che da novembre hanno lavorato assiduamente per individuare un profilo credibile e rappresentativo del rinnovamento politico e della discontinuità amministrativa, hanno riconosciuto in Daniele Galizio la persona più adatta a rappresentare Continua la lettura di E’ Daniele Galizio il candidato sindaco delle liste civiche

Un Comune “vintage”: il regolamento edilizio di 33 anni fa

Correva l’anno 1983.
Il 10 Gennaio di quell’anno veniva adottato dal Consiglio Comunale di Latisana il Regolamento Edilizio Comunale, strumento che (dovrebbe) disciplina(re) gli aspetti tecnico-estetici, igienico-sanitari, di sicurezza e vivibilità degli immobili e delle loro pertinenze.

Archivio immagine

Sono passati trentatré anni, ed è ancora immutato. Continua la lettura di Un Comune “vintage”: il regolamento edilizio di 33 anni fa

19 Febbraio 2016 – M’illumino di meno

L’ecologia è fatta di comportamenti reali ed incisivi, non (solo) di proclami.

L’ecologia è un atteggiamento ed una responsabilità di ciascuno, di ogni persona, gruppo o organizzazione.

L’ecologia si fa, e parlarne fa bene nella misura in cui promuove una cultura di sostenibilità, coinvolge le persone e diventa comportamento collettivo.

Latisana2016 crede nell’ecosostenibilità delle scelte personali e pubbliche, pertanto aderisce a M’illumino di meno, campagna di sensibilizzazione al Risparmio Energetico giunta alla sua 12a edizione. Continua la lettura di 19 Febbraio 2016 – M’illumino di meno

SVOLTA “VERDE” ELETTORALE E MANCATE VERITA’

Fa piacere che l’Assessore Canova (amministratore da 19 anni n.d.r.) segua il blog Latisana2016.it e ne prenda spunto per avviare quella che definisce la svolta verde del nostro comune tirando in ballo argomenti come il patto dei sindaci, l’efficienza energetica degli edifici e della pubblica illuminazione su cui abbiamo scritto diversi articoli quasi un anno fa.

Green

Rimane il sospetto che questa tanto decantata svolta abbia poco a che fare con il “verde” mentre sia più una questione di opportunità elettorale. Non va infatti dimenticato che in vent’anni di presenza in consiglio comunale l’Assessore e la giunta di cui fa parte non hanno mai espresso alcuna sensibilità nei confronti di temi come la sostenibilità e il risparmio energetico. Forse la fulminazione verde arriva perché manca qualche mese dalle future elezioni.

Quindi di cosa parliamo? Di una vera scoperta di valori che fino a ieri erano sconosciuti a questa amministrazione, o di una mera manovra propagandistica?

Entrando nel merito di quanto affermato, non possiamo non evidenziare quelle che a nostro avviso sono delle mancate verità:

Latisana è risultata ultima (con 0 punti di punteggio finale) nella graduatoria per l’assegnazione dei contributi per la predisposizione dei PAES (piani d’azione per l’energia sostenibile) ed il contributo richiesto è risultato non finanziabile, a meno di uno scorrimento della graduatoria in caso di rinunce o ulteriori finanziamenti disponibili.

Lo stesso era successo lo scorso anno per la domanda per gli interventi di rifacimento della scuola dell’infanzia di Gorgo. Latisana aveva anche in quest’occasione raggiunto il fondo della classifica ed era risultata non assegnataria del contributo. Solo due scorrimenti della graduatoria per reperimento di ulteriori fondi ha fatto si che risultasse poi assegnataria.

È evidente quindi che, più che la sensibilità verde della giunta e la loro capacità di presentare progetti chiari e ben definiti, ad aiutare la svolta verde elettorale ci pensa la fortuna o la capacità della giunta Regionale di destinare risorse ulteriori a quanto inizialmente disponibile.

Per quanto riguarda l’iscrizione al patto dei Sindaci (istituito nel 2008 dalla Commissione europea per sostenere gli sforzi degli enti locali nell’attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile), Canova dovrebbe specificare che gli zero punti presi dal progetto PAES sono proprio dovuti al fatto che il comune non è ancora iscritto ma si impegna a farlo entro il 31/03/2016 pena la revoca dei contributi.

Chiudendo, Canova dice poi che a Latisana si è già fatto qualcosa. Uno studio sull’impiego della geotermia. Beh, verrebbe da dire che tra il dire ed il fare c’è quasi la stessa distanza che c’è tra lo studiare ed il fare, visto che di concreto non si è visto niente in questi anni. Lo studio per l’impianto a servizio delle scuole primarie di Latisana è di 6 anni fa. Che fine ha fatto il tutto?

E la tanto decantata svolta verde come si sposa poi con un regolamento edilizio comunale vecchio di 33 anni, sintomo che i nostri amministratori ritengono che le caratteristiche che gli edifici (in termini di vivibilità, igiene, efficienza energetica e sostenibilità), le costruzioni accessorie, gli spazi aperti, il paesaggio ed il verde devono avere sono rimaste quelle degli anni ’80?

A parte la facile ironia, ben vengano tutte le azioni che l’Amministrazione vorrà mettere in campo per i prossimi mesi per fare finalmente qualche passo avanti sul tema della sostenibilità ambientale. Poi si andrà a votare, e ci auguriamo veramente che l’aria cambi definitivamente. Nel frattempo vigileremo attentamente su quanto dicono (più che su quel che realmente fanno) i nostri attuali amministratori, perché vorremmo che tra qualche anno fosse possibile dire che oltre ruote verdi ruote pulite (1994), si è fatto qualcosa di più.

Rieccoci qua!

Siamo stati per qualche tempo lontani dai riflettori del WEB per alcuni motivi che ci preme ora condividere con i lettori.

municipio

Innanzitutto c’è da dire che si è preferito per un periodo lavorare in modo approfondito su “cose reali”; da un lato perché solo attraverso l’azione si possono raggiungere gli obiettivi, dall’altro lato perché, dopo un anno trascorso a creare una prospettiva nuova, a coinvolgere le persone, ad alzare il livello di attenzione e condivisione sui temi cari ai cittadini del Comune di Latisana, ci è sembrato opportuno sospendere per un periodo il “blablabla” al fine di ritornare con una seconda fase più concreta e più approfondita.

Questo non toglie valore al lungo impegno di impostazione, anzi, è stata una fase necessaria per dare direzione a ciò che è stato fatto successivamente e di cui vorremmo parlarvi.

Abbiamo sempre sostenuto la necessità di operare in discontinuità rispetto al sistema politico ed amministrativo fondato su decisioni centralizzate, su scelte dalle motivazioni oscure, su accordi presi in segreto e su assegnazioni di incarichi per logiche di alleanza anziché di competenza, sulla spartizione dell’elettorato anziché su progetti lungimiranti e realistici (…e i risultati di questo approccio sono nulli se non peggiorativi, e sono davanti agli occhi di tutti).

Nonostante lo stare “in contrapposizione” ci siamo proposti come forza civica che si muove “per..”, e non “contro..”. E questo significa avere un progetto e condividerlo quanto più possibile per renderlo migliorabile, realizzabile e incisivo.

Molte proposte sono già emerse nelle pagine del blog. Vanno verificate in termini di fattibilità ed integrate in un’idea di città e di territorio che sia sostenibile e che generi benessere per tutte le persone che ci vivono dentro. Una prospettiva di questo tipo può essere costruita solo attraverso il coinvolgimento e l’ascolto di tutta la cittadinanza, di singole persone, dei gruppi associativi, delle categorie rappresentate.

Da alcuni mesi sono nati alcuni tavoli di lavoro, promossi a cui hanno partecipato numerosi cittadini. Man mano che i lavori andranno avanti avremo cura di pubblicare i risultati parziali su queste pagine; per ora si sono aperte alcune occasioni importanti:

  • Tavolo di lavoro su Innovazione: in cui si esplorano le possibilità di introdurre forme di innovazione (tecnologica e gestionale) nella macchina amministrativa e per la semplificazione e l’accessibilità dei servizi al cittadino. Sono molti i settori in cui innovando è possibile andare verso servizi più efficienti, sostenibili e di qualità.
  • Tavolo di lavoro su Commercio e Attività produttive: in cui si esplorano le possibilità di sviluppare un settore tradizionale dell’economia locale attraverso la riqualificazione di aree urbane, forme di incentivazione, intercettazione di finanziamenti, animazione sociale ed altre soluzioni.
  • Tavolo di lavoro su Welfare e Lavoro: in cui si studiano formule di sostegno al lavoro ed all’assistenza delle fasce deboli della popolazione.

Una nota di colore …

Non nascondiamo il fatto che durante i mesi passati abbiamo più volte dovuto scontrarci con la cultura politica del “cumbinin”, della proposta fatta a bassa voce, del “ci mettiamo d’accordo”, del “intanto vinciamo e poi vediamo”. Cultura politica di chi lavora per la propria sedia e non per la comunità.

Riteniamo opportuno quindi proporre un vocabolario che possa rappresentare degnamente il percorso che abbiamo intrapreso e che si contrapponga al comune modus operandi della politichetta di paese

Partecipazione vs Esclusivismo

Trasparenza vs Sotterfugio

Impegni vs Promesse

Sostegno vs Voto di scambio

Competenza vs Convenienza

Latisana 2016

Ciao Livio: Latisana 2016 ti saluta.

Vogliamo ricordare Livio Costantini, da poche ore deceduto per un male che ce lo ha portato via così velocemente.

LivioCostantiniLatisana

Grazie, Livio, per le tue idee, per il tuo spirito partecipativo e per la tua “vis polemica”.

Grazie per non esserti arreso quando hai dovuto pagare molto più di quelle che erano le tue colpe.

E grazie per aver sempre, a modo tuo, stimolato il dibattito sul nostro stanco e diviso paese. Oltre che come corrispondente locale del Gazzettino, Continua la lettura di Ciao Livio: Latisana 2016 ti saluta.