Tutti gli articoli di admin

Latisana vista da un’altra prospettiva

 

Rinnoviamo Latisana. Le nuove tecnologie ci danno la possibilità di vederci belli dall’alto, da una prospettiva rinnovata. Le scelte giuste ci permettono di vederci belli nella vita di tutti i giorni.

Questa sera alle 20.30, al Centro Polifunzionale di Latisana, presentazione delle liste della coalizione Rinnoviamo Latisana a sostegno del candidato Sindaco DANIELE GALIZIO.
E’ ora di cambiare.

Ecco la lista di Latisana2016

Sono 19 i candidati della lista “Latisana 2016” per le elezioni comunali del prossimo 5 giugno.
“Latisana 2016” appoggia, assieme ad altre quattro liste, il candidato Sindaco DANIELE GALIZIO.
La lista è composta da 12 uomini e 7 donne, per un’età media di poco superiore ai 41 anni.

13094252_1720392688215816_5982434535181594635_n

RICCARDO CICUTTIN nato a LATISANA il 21/02/1976

STEFANIA DEL RIZZO nata ST.JOHN’S (Canada) il 12/07/1971

MARIO detto “MARIETTO” AMBROSIO nato a LATISANA il 01/02/1951

FRANCESCA MARIA CICUTTIN nata a LATISANA il 24/09/1988

GIANCARLO BETELLI nato a LATISANA il 04/08/1991

MARY CIROI nata a LATISANA il 22/12/1972

AGRON detto “TONI” BICAJ nato a SHKODER (Albania) il 20/06/1981

COSTANZA ODORICO CARGNELUTTI nata a LATISANA il 14/10/1974

ENNIO CECCO nato a LATISANA il 03/04/1988

CLAUDIA PAVONI nata a UDINE il 30/07/1956

IGOR CHIARADIA nato a LATISANA il 03/11/1973

SILVIA STEFANI nata a PORTOGRUARO (Ve) il 17/11/1984

FRANCESCO DE MARCHI nato a LATISANA l’11/07/1982

VALERIO GANZER nato a LATISANA il 31/07/1981

BARBARA VICENZINO nata a LATISANA il 07/02/1973

NICOLAE GIURGIU nato a LUPSA (Romania) il 07/02/1953

MASSIMO PIAZZA nato a SAN VITO AL TAGL. (Pn) il 25/03/1977

ANDREA STEFANUTTO nato a UDINE il 14/02/1971

ALEX VALVASON nato a LATISANA il 16/04/1973

 

Si inaugura la sede: porte aperte alle idee!

Sabato 9 aprile, alle 18.30, vi aspettiamo in Piazza Garibaldi all’inaugurazione della sede elettorale del candidato Sindaco Daniele Galizio e della coalizione “Rinnoviamo Latisana”.

Sarà l’occasione per conoscerci di persona, per scambiare idee sulla nostra comunità e per disegnare insieme un futuro alternativo.
Seguirà rinfresco. Siete tutti invitati a partecipare e a portare i vostri amici!

I locali dell’ex Caffè Commercio diventeranno per i prossimi due mesi un laboratorio aperto per raccogliere, sviluppare, discutere idee per il futuro di Latisana.
Un’officina del cambiamento e una vetrina della trasparenza, un luogo in cui si condividono le scelte alla luce del sole.

In uno dei prossimi fine settimana la sede elettorale della coalizione “Rinnoviamo Latisana” ospiterà anche dei tavoli aperti di discussione sulle tematiche chiave per provare davvero a cambiare. Tutti gli interessati saranno i benvenuti.

IMG-20160404-WA0002 (1)

Dal Messaggero Veneto di lunedì 4 aprile (link all’articolo)

 

Perché serve cambiare!

Serve cambiare perché ogni democrazia, piccola o grande che sia, ha bisogno dell’alternanza per potersi considerare sana e compiuta.

cambiamento

Serve cambiare perché 25 anni di incontrastato dominio li merita un’amministrazione che ottiene grandi successi e risultati incontestabili. E non è il caso di Latisana.

Serve cambiare perché, forse, se altri comuni ottengono ciò che a Latisana sfugge, è anche perché hanno avuto Sindaci migliori. Qualunque fosse il colore del governo regionale.

Serve cambiare perché troppi anni con le stesse persone ad amministrare hanno incancrenito rapporti e situazioni. 

Serve cambiare per dimostrare che abbiamo il coraggio di provarci. Ed è più forte della paura che ci fanno quelli che comandano.

Serve cambiare perché la politica – soprattutto a livello locale – non può ridursi ad una questione di clientele ed amicizie.

Serve cambiare perché la soluzione ai problemi non può nascere dalle stesse coscienze che li hanno creati. E non lo diciamo noi, lo ha detto Albert Einstein.

Serve cambiare. È ora.

Un appello ai cittadini per il cambiamento!

IL CANDIDATO SINDACO DANIELE GALIZIO RIVOLGE UN APPELLO AI CITTADINI PER IL CAMBIAMENTO

FotoGalizio

Daniele Galizio, candidato sindaco di Rinnoviamo Latisana, coalizione che compatta le liste civiche Un’altra Latisana, Latisana 2016 e Centro Sinistra per Latisana, si rivolge direttamente ai cittadini per coinvolgerli nel suo progetto di rinnovamento politico e discontinuità amministrativa.

La nostra è una proposta politica aperta, – sottolinea l’imprenditore informatico – sin dall’inizio abbiamo voluto rimarcare questa idea affinché si potesse rilanciare Latisana e farle ritrovare il suo protagonismo nell’ambito della bassa friulana”.

Galizio parte dalla constatazione che Latisana non sia più una comunità con una base solida di convinzioni e identità, ma un aggregato fortemente diviso e frammentato tra fazioni politiche e ideologiche che non riescono ad avere una visione complessiva di dove la comunità dovrebbe andare.

Questa divisione, che si trascina da molti anni, – continua Galizio – ha portato a un sostanziale immobilismo del nostro tessuto sociale ed economico ed è una delle cause principali della subalternità rispetto ad altri territori. La vicenda della sospensione del punto nascita è l’esempio recente più eclatante. Si tratta di una sconfitta storica dei partiti latisanesi che non sono riusciti, da destra o da sinistra, a garantire a questo territorio equità, pari opportunità e sviluppo. Sia con giunte “amiche” sia quando in Regione c’erano avversari politici: la chiusura del punto nascita e della pediatria ne è l’epilogo. Decisa da Tondo (FI) nel 2012 e completata da Serracchiani (PD) nel 2016.

Oggi spetta ai cittadini riprendere in mano il proprio destino”.

Secondo il candidato sindaco, l’isolamento di Latisana è la prova del suo declino negli ultimi 20 anni. Porta ad esempio i comuni intorno, da Lignano a Precenicco, da Muzzana a Rivignano, che già da anni hanno iniziato una fase convinta e robusta di rappresentanza politica attraverso liste civiche che raccolgono l’impegno di una maggioranza di cittadini oltre i partiti di appartenenza. “Al di là dell’obiettivo strettamente elettorale, che in fondo dovrebbe passare in secondo piano – commenta Galizio – ciò che questi movimenti sono riusciti a fare, è stato riscoprire la necessità di unire e far rinascere su basi nuove le rispettive comunità”.

Oggi Daniele Galizio rivolge un appello a tutti i cittadini a unirsi per dare discontinuità, per un rinnovamento vero, per cambiare la classe politica che ha emarginato Latisana. 

“Per fare questo chiedo ai cittadini di impegnarsi attivamente, anche attraverso la partecipazione in liste civiche. Sono disponibile a una consultazione programmatica – dichiara – e a una condivisione sulle candidature, con l’impegno forte a mobilitare la partecipazione di tutti i cittadini a prescindere dall’appartenenza politica. Chiedo a coloro che hanno voglia di contribuire al progetto di cittadinanza civica attiva di contattarmi via mail all’indirizzo daniele@galizio.it per confrontarci e intraprendere insieme un percorso che possa finalmente portare Latisana fuori dal disastroso momento in cui versa”.

E’ Daniele Galizio il candidato sindaco delle liste civiche

Un’altra Latisana, Latisana 2016 e Centro Sinistra per Latisana puntano unanimi sull’imprenditore di Latisana per il rinnovamento politico e la discontinuità amministrativa.

FotoDanieleGalizio

È stata una decisione unanime quella che ha portato i movimenti politici Un’altra Latisana, Latisana 2016 e Centro Sinistra per Latisana a scegliere come proprio candidato sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative Daniele Galizio, imprenditore e dirigente, classe 1974, mai stato iscritto ad alcun partito. Le tre liste civiche, che da novembre hanno lavorato assiduamente per individuare un profilo credibile e rappresentativo del rinnovamento politico e della discontinuità amministrativa, hanno riconosciuto in Daniele Galizio la persona più adatta a rappresentare Continua la lettura di E’ Daniele Galizio il candidato sindaco delle liste civiche

Un Comune “vintage”: il regolamento edilizio di 33 anni fa

Correva l’anno 1983.
Il 10 Gennaio di quell’anno veniva adottato dal Consiglio Comunale di Latisana il Regolamento Edilizio Comunale, strumento che (dovrebbe) disciplina(re) gli aspetti tecnico-estetici, igienico-sanitari, di sicurezza e vivibilità degli immobili e delle loro pertinenze.

Archivio immagine

Sono passati trentatré anni, ed è ancora immutato. Continua la lettura di Un Comune “vintage”: il regolamento edilizio di 33 anni fa

Rieccoci qua!

Siamo stati per qualche tempo lontani dai riflettori del WEB per alcuni motivi che ci preme ora condividere con i lettori.

municipio

Innanzitutto c’è da dire che si è preferito per un periodo lavorare in modo approfondito su “cose reali”; da un lato perché solo attraverso l’azione si possono raggiungere gli obiettivi, dall’altro lato perché, dopo un anno trascorso a creare una prospettiva nuova, a coinvolgere le persone, ad alzare il livello di attenzione e condivisione sui temi cari ai cittadini del Comune di Latisana, ci è sembrato opportuno sospendere per un periodo il “blablabla” al fine di ritornare con una seconda fase più concreta e più approfondita.

Questo non toglie valore al lungo impegno di impostazione, anzi, è stata una fase necessaria per dare direzione a ciò che è stato fatto successivamente e di cui vorremmo parlarvi.

Abbiamo sempre sostenuto la necessità di operare in discontinuità rispetto al sistema politico ed amministrativo fondato su decisioni centralizzate, su scelte dalle motivazioni oscure, su accordi presi in segreto e su assegnazioni di incarichi per logiche di alleanza anziché di competenza, sulla spartizione dell’elettorato anziché su progetti lungimiranti e realistici (…e i risultati di questo approccio sono nulli se non peggiorativi, e sono davanti agli occhi di tutti).

Nonostante lo stare “in contrapposizione” ci siamo proposti come forza civica che si muove “per..”, e non “contro..”. E questo significa avere un progetto e condividerlo quanto più possibile per renderlo migliorabile, realizzabile e incisivo.

Molte proposte sono già emerse nelle pagine del blog. Vanno verificate in termini di fattibilità ed integrate in un’idea di città e di territorio che sia sostenibile e che generi benessere per tutte le persone che ci vivono dentro. Una prospettiva di questo tipo può essere costruita solo attraverso il coinvolgimento e l’ascolto di tutta la cittadinanza, di singole persone, dei gruppi associativi, delle categorie rappresentate.

Da alcuni mesi sono nati alcuni tavoli di lavoro, promossi a cui hanno partecipato numerosi cittadini. Man mano che i lavori andranno avanti avremo cura di pubblicare i risultati parziali su queste pagine; per ora si sono aperte alcune occasioni importanti:

  • Tavolo di lavoro su Innovazione: in cui si esplorano le possibilità di introdurre forme di innovazione (tecnologica e gestionale) nella macchina amministrativa e per la semplificazione e l’accessibilità dei servizi al cittadino. Sono molti i settori in cui innovando è possibile andare verso servizi più efficienti, sostenibili e di qualità.
  • Tavolo di lavoro su Commercio e Attività produttive: in cui si esplorano le possibilità di sviluppare un settore tradizionale dell’economia locale attraverso la riqualificazione di aree urbane, forme di incentivazione, intercettazione di finanziamenti, animazione sociale ed altre soluzioni.
  • Tavolo di lavoro su Welfare e Lavoro: in cui si studiano formule di sostegno al lavoro ed all’assistenza delle fasce deboli della popolazione.

Una nota di colore …

Non nascondiamo il fatto che durante i mesi passati abbiamo più volte dovuto scontrarci con la cultura politica del “cumbinin”, della proposta fatta a bassa voce, del “ci mettiamo d’accordo”, del “intanto vinciamo e poi vediamo”. Cultura politica di chi lavora per la propria sedia e non per la comunità.

Riteniamo opportuno quindi proporre un vocabolario che possa rappresentare degnamente il percorso che abbiamo intrapreso e che si contrapponga al comune modus operandi della politichetta di paese

Partecipazione vs Esclusivismo

Trasparenza vs Sotterfugio

Impegni vs Promesse

Sostegno vs Voto di scambio

Competenza vs Convenienza

Latisana 2016